sabato 23 luglio 2011

Mese di Luglio: gessatura1 doratura 0

*





All'inizio di luglio ho gessato alcune tavole che mi servivano, ed ho sperimentato un nuovo strumento abbinato al mio consueto modo di gessare.


Si tratta di un piccolo rullo che usano gli imbianchini, ero un po' scettica perché la rotellina è spugnosa, veramente ne ho anche una pelosetta, in ogni caso ho optato per la spugnosa.


Come sempre ho intagliato la tavoletta, ed incollato un telo.


Poi ho steso le prime due mani di gesso con il solito pennello, massaggiando  con energia affinché tutti i pori della tela fossero otturati;
è importantissimo questo passaggio per non far fuoriuscire le bollicine.


 se nelle prime due fasi i buchi non spariscono, si trascinano inevitabilmente fino all'ultima mano.


Dopo di che, ho iniziato a sperimentare il rullo, il vantaggio evidente è stato quello di eliminare le strisciate del pennellacio, l'incognita: la spugna che faceva un sacco di bollicine, in ogni caso sulla superficie gessata non restavano pori aperti, mi sono così fidata ed ho proseguito nell'esperimento


... le ultime mani le ho spatolate con il gesso rappreso.
Non ho ancora levigato ma il risultato sembrerebbe molto buono.

Purtroppo il mese di luglio non è stato favorevole per la doratura, l'aveva intuito Sebastian, io avendo una scadenza ho dovuto dorare e brunire; ho sperimentato un nuovo metodo, suggerito da Giovanni, che altera leggermente i tempi, l'agata scorreva bene ma l'oro è rimasto solcato, non graffiato, solcato, forse ho esagerato con lo strato di bolo... troppo spesso?
Chi lo sa, con l'oro non ci sono certezze!


Nel tentativo di migliorare mi sono accanita sulle tavolette di prova
... ma l'oro ha una specie di vita propria e prima o poi si vendica se lo tratti male ... così è stato!
La doratura della Vergine l'ho dovuta scartavetrare  fingendo un effetto anticato ...no coment!




...per quanto riguarda il Pantocrator, dopo tutto si tratta di uno studio del volto, chiuderò un occhio sull'aureola "orrorosa".
Per il momento è tutto, vi lascio con qualcosa di finito, buone vacanze ai più fortunati!

4 commenti:

  1. Ciao Rossella,
    vicissitudini e peripezie, accompagnano da sempre la nostra vita è lavoro.

    Ho letto il post, è visto, la doratura della Vergine, sai che l'oro e la doratura sono la gioia e dolore di ogni iconografo. Si penso anch'io che dorare di questi tempi, sia veramente un terno al lotto.

    Devo dorare delle tavole! Aspetto? Penso di si con il gran caldo di questi giorni, desisto fino a che posso. Fammi sapere la gessatura con il rullo, a finito che ne risulta, perchè sinceramente io preferisco utilizzare il metodo tradizionale.

    Non perchè certo, ma con opportuna diluizione del gesso, non ho segni da pennellessa sulla tavola.

    A proposito, nel dare le mani utilizzo molto più la spatola che la pennellessa, così facendo "tappo" ogni possibile poro, e rende la tavola decisamente più liscia.

    Buon lavoro, a sentirci a presto.

    Ciao Antonio

    RispondiElimina
  2. Grazie, ti farò sapere, per il momento stacco per un po' di vacanza.
    A presto!

    RispondiElimina
  3. cara rosella,

    solo un saluto ... sono in partenza ... ma mi mancano le tue raccomandazioni ...

    quest'anno ho deciso di unire le mie "passioni" ... per cui partirò alla volta di ravenna ... e dopo aver contemplato i mosaici sarò pellegrino verso assisi ...

    un saluto a te, e alle figlie nonchè al marido

    Terenzio

    p.s.: quasi dimenticavo ho iniziato con Adele un'icona ... Appena torno ti manderò una foto per suggerimenti varie ed eventuali

    RispondiElimina
  4. Ciao Terenzio, mi fa un immenso piacere sentirti, beato te, goditi i mosaici di Ravenna, e la pace di'Assisi,io parto per la Spagna domani solo playa, cerveza y descanso, non sta mal verdad? ten cuidado, un abrazo!!! Hasta pronto

    RispondiElimina